Passiflora fata confetto | Ibrido Collezione Italiana di Maurizio Vecchia

Passiflora fata confetto, informazioni, classificazione, temperature. etimologia della Passiflora fata confetto. Scopri tutti gli ibridi di Maurizio Vecchia.

Passiflora fata confetto | Ibrido Collezione Italiana di Maurizio Vecchia

ORIGINE E DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA:

P. ‘Guglielmo Betto’ x P. cincinnata 'Dark Pollen'.
Ibrido di origine orticola.


TEMPERATURA MINIMA: - 16 °C


TEMPERATURA MINIMA IDEALE: 0 °C


ETIMOLOGIA:

Dedicata alla 'Danza della Fata Confetto', contenuto nel Balletto 'Lo schiaccianoci' di Pëtr Il'ič Čajkovskij



NOTE:

Registrata Les King 2007.


FOTOGALLERY:


DESCRIZIONE:

Elogio della PASSIFLORA 'FATA CONFETTO'.
Questo ibrido ha tutte caratteristiche uniche e desiderabili:
- fiori grandi, ricchi ed eleganti, non meno di 10 cm di diametro;
- profumo delicato;
- frutti di gradevole sapore;
- fioritura incessante e ricca da maggio fino ad ottobre;
- grande attrattiva per numerosi insetti, bombi in particolare;
- sviluppo vigoroso;
- comportamento pollonante, caratteristica che ne facilita la moltiplicazione e la diffusione, impossibile perderla;
- utilizzabile come pianta da giardino anche nei climi del Nord Italia, adattissima a coprire recinzioni e pergolati;
- di facile coltivazione anche in vaso;
- portamento erbaceo con perdita della parte aerea nella stagione invernale;
- resistenza a tutti i parassiti, compresi i nematodi radicali;
- infine, rusticità davvero eccezionale, poichè in piena terra ha superato inverni con temperature rigide fino a - 16 °C.


TIMELAPSE: